MY MALTA’S DIARY PT2

28-10-2017

Allora eccomi qui a fare il resoconto di quelle che sono state le mie prime due settimane a Malta.

Quando sono arrivato, o meglio prima di partire mi ero ripromesso che almeno per qualche giorno non avrei fatto nulla se non il turista, visto che erano 4 anni che non facevo una vacanza seria, dopodiché mi sarei messo alla ricerca di un’occupazione e vedere cosa questa isola poteva offrire.

Era da un po di tempo che mi stavo informando sulle varie feste offerte da Malta nel periodo in cui mi trovavo qui e il mio arrivo è coinciso con una delle feste più spettacolari e caratteristiche dell’isola: Il Birgu fest.

Ovviamente non potevo farmi scappare un’occasione del genere e insieme al mio amico Marco, la sera ci siamo recati proprio nella cittadina di Birgu a vedere il Candel light.

Come dice il nome, durante i giorni di festa, la città viene completamente illuminata da migliaia di candele, appoggiate in ogni balcone e per le strade , creando un’atmosfera che definire magica è dire poco.

Lungo le vie in questi giorni è possibile trovare decine di bancarelle che propongono dell’ottimo cibo locale e band che suonano ravvivando la serata.

I giorni seguenti, ho fatto davvero il turista, munito di reflex ho iniziato a girare per La Valletta, andando alla scoperta di quei luoghi che tanto mi avevano colpito la prima volta che sono stato a Malta, come il Waterfront di Valletta, pieno di ristoranti e locali dove poter mangiare o prendere un aperitivo in compagnia; gli Upper Barrakka Gardens, degli splendidi giardini pubblici, dalla cui terrazza è possibile ammirare lo splendido panorama con vista sul porto della capitale.

Ah be poi ovviamente non poteva mancare qualche ora al mare, qualche ora si..perchè è vero che qui sono ancora 25 gradi, ma l’acqua devo ammettere che era davvero gelida, infatti appena tuffato ho pensato di non sopravvivere.. 😀

 

 

Pur essendo venuto altre due volte a Malta, una cosa non avevo ancora visitato, ed è  la Cattedrale di San Giovanni Battista a La Valletta o Saint John Cathedral.

Sono rimasto a dir poco stupito da tanta magnificenza e opulenza.

Dal 1980, la concattedrale insieme al centro storico di La Valletta è considerato patrimonio dell’UNESCO.

Altra particolarità della Cattedrale è che nell’edificio sono sepolti centinaia di Cavalieri dell’Ordine e il pavimento è costituito da 405 lapidi di marmo.

Consiglio a chiunque di visitarla, il biglietto per gli adulti costa 10 euro, ma ne vale assolutamente la pena.

Insomma tra un giro turistico, un bagno al mare e un altro giro turistico sono giunto alla metà della prima settimana e quindi era arrivato il momento di mandare qualche curriculum per vedere se fossi riuscito a trovare qualche lavoretto per mantenermi durante questo periodo.

Le risposte devo essere onesto non sono tardate ad arrivare, ma complice il bagno al mare, mi sono ritrovato a passare un bel fine settimana chiuso in casa con 39 di febbre.

Ovviamente sono stato costretto a spostare tutti i colloqui all’inizio di questa settimana e alla fine sono riuscito a trovare un lavoro adatto a me.

Tra un colloquio e l’altro ne ho approfittato per scattare qualche foto sempre a La Valletta, visto che i colloqui si sono svolti in quella zona.

Adesso dopo aver compilato le prime formalità burocratiche non mi resta che sfruttare al meglio questi giorni ed andare a vedere quante più cose possibile e soprattutto scattare quante più foto possibili, visto che dalla settimana prossima avrò molto meno tempo.

Detto ciò, posso dire che il bilancio delle mie prime due settimane è stato positivo e quest’isola non ha fatto che confermare quello che ho sempre sostenuto.

Alla prossima puntata. 😀

Alessio

Alessio Alcini

3 Comments

  1. I am proud of you, as your literary talent has certainly been proven with the descriptions you have given of your sensations of what you have experienced in visiting such a beautiful and exciting country. Keep up the good work and I am looking forward to reading the next episode of your sensations. Good luck on the new job which I hope you will find to your satisfaction. Be well you are missed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *